L’automazione industriale di Ferrazza è 4.0

,

Se parliamo di Industria 4.0 è probabile che a molti di voi si affacci, nella mente, l’immagine di una grande rivoluzione industriale di tipo tecnologico – dai confini ancora poco definiti – che investirà il mondo delle aziende e dell’industria in un futuro prossimo, ma ancora distante.

 

In realtà, come abbiamo avuto modo di vedere recentemente nelle ultime nostre news, gli effetti dell’industria 4.0 nel mondo industriale sono già reali e ben visibili; e nonostante siano ancora poche le aziende che possono già definirsi orientate in ottica 4.0, ce n’è qualcuna che ha iniziato a percorrere la strada della fabbrica intelligente già qualche tempo fa, prima ancora, cioè, che il tema della quarta rivoluzione industriale trovasse spazio e rilievo nelle aziende e nello scenario industriale: stiamo parlando con orgoglio della nostra azienda Ferrazza, una realtà all’avanguardia nel settore dell’automazione industriale che ha fatto dell’innovazione il suo credo e il suo biglietto da visita, grazie soprattutto alla presenza di un team di tecnici specializzati e in continua formazione trascinati da un leader intraprendente dotato di grande creatività e spirito innovativo.

 

E così, oggi, il titolare Mauro Ferrazza è orgoglioso di affermare che Ferrazza è veramente un’azienda orientata in ottica 4.0: i software e gli impianti di automazione firmati Ferrazza sono già predisposti per l’Industria 4.0, poiché consentono di sfruttare una serie di benefici funzionali alla realizzazione della tanto auspicata fabbrica intelligente.

 

Le soluzioni di Ferrazza (quadri elettrici e quadri di comando per l’automazione industriale, software applicativi PLC, HMI, SCADA, impianti di bordo macchina) permettono infatti di:

  • garantire l’automazione totale o parziale di una o più funzioni all’interno di un’industria;
  • assicurare il controllo dettagliato dei parametri per ottenere e memorizzare la storia completa del processo di produzione;
  • monitorare costantemente ogni aspetto chiave dei vari impianti e far scattare allarmi in caso di problematiche, avendo la possibilità di ricevere assistenza remota da qualsiasi parte del mondo e in ogni momento;
  • leggere, interpretare e archiviare i dati al fine di trasformarli in azioni concrete.

  

Tutte funzionalità, queste, che consentono di ottimizzare la produzione e l’efficienza aziendale, restando quindi competitivi nel mercato mondiale.

Il nostro valore aggiunto, però, non si ferma qui: il nostro prezioso know how accumulato in più di trent’anni di esperienza nel settore e la nostra costante attenzione alla qualità ci hanno permesso di concretizzare sempre più l’offerta di un servizio personalizzato a 360 gradi che parte dall’analisi del progetto iniziale del cliente per concludersi, poi, con un servizio di assistenza tecnica post-vendita attento e puntuale.

 

E allora cogli tutte le opportunità dell’industria 4.0 con le nostre soluzioni per l’automazione industriale!

 

Contattaci subito, clicca qui

Industria 4.0: continuano gli incentivi nel 2018. Sarà necessario investire anche sulla formazione digitale.

,

Ad un anno dall’annuncio del Piano Nazionale Industria 4.0 i ministri Carlo Calenda (Sviluppo Economico), Pier Carlo Padoan (Economia), Giuliano Poletti (Lavoro) e Valeria Fedeli (Istruzione) si sono incontrati per tirare le somme di questo 2017 e presentare le linee guida del Piano Nazionale Impresa 4.0 per il 2018.

Per il nuovo anno è stata espressa l’intenzione di rinnovare i bonus dell’iper e del super ammortamento per l’acquisto di beni strumentali all’attività di impresa, nell’ottica di un ammodernamento generale dei macchinari aziendali, soprattutto in chiave digitale.

 

Per quanto riguarda il bilancio di quest’anno in riferimento agli effetti dell’Industria 4.0, i dati registrano una risposta aziendale positiva: gli investimenti in beni strumentali sono saliti del 9%, gli ordini di macchinari hanno visto una crescita del 10% ed è stato registrato un aumento del 25% degli investimenti sulle tecnologie abilitanti l’Industria 4.0.

Dati positivi sono stati riscontrati anche sulla spesa in ricerca, sviluppo e innovazione.

In questo primo anno, quindi, le agevolazioni previste dall’Iper ammortamento, dal Super ammortamento e dalla Nuova Sabatini sono state recepite positivamente dalle imprese; tuttavia, sul fronte formazione, c’è ancora parecchia strada da fare: le competenze digitali non sono ancora così diffuse, ed è quindi necessario investire nella formazione di personale qualificato.

Una sfida affasciante, che il Governo si impegna a sostenere e ad incentivare: e così tra le novità e le misure previste per il 2018 si annuncia il “Credito di Imposta sulla Formazione 4.0”, a disposizione di tutte le imprese che effettueranno una spesa incrementale (superiore alla media degli ultimi 3 anni) in formazione per il personale con focus su almeno una tecnologia dell’Industria 4.0 concepita all’interno dei seguenti ambiti: vendite e marketing, informatica, tecniche e tecnologie di produzione.

 

Per le scuole, gli istituti tecnici professionali, le università, il mondo della formazione e del lavoro si preannuncia quindi un anno impegnativo, ma anche avvincente; e sarà proprio dalla formazione continua e sempre più qualificata che dipenderà, in ultima analisi, la ripresa e la competitività del nostro sistema industriale: gli investimenti in tecnologia, quindi, devono essere accompagnati da opportuni investimenti nello sviluppo di skills e competenze specifiche.

Una sfida che non spetta solo al mondo della formazione e del lavoro, ma anche allo Stato, che ha il dovere di agire direttamente per promuovere il Lavoro e le Competenze 4.0.

Del resto, come ha fatto notare la Ministra Valeria Fedeli, solo il 29% delle competenze digitali nella forza lavoro italiana sono di alto livello, contro il 39% della Germania e il 50% del Regno Unito.

Nel 2018, quindi, ci attendono nuovi incentivi, come il Credito di Imposta sulla Formazione 4.0, ma anche nuovi impegni: non solo investimenti in tecnologia, ma anche nella formazione, perché i macchinari di ultima generazione hanno bisogno di personale qualificato che sia in grado poi di utilizzarli.

Fonte: www.digital4.biz

 

Anche Ferrazza ti aiuta a trasformare la tua impresa in un’azienda 4.0 con le sue soluzioni innovative per l’automazione industriale!

Contattaci subito per maggiori informazioni sui nostri impianti in chiave Industry 4.0: clicca qui

automazione

Automazione in crescita del 4% nel 2016: ecco gli ultimi dati di Anie Automazione. Previsioni promettenti anche per il 2017, con impennate attese nel settore della cyber security

,

Un volume di affari di 4,29 miliardi di euro e una crescita del 4% rispetto al 2015; è questo il bilancio dell’automazione manifatturiera e di processo italiana, nel 2016; un bilancio estremamente positivo, che il nuovo presidente di Anie Automazione, Fabrizio Scovenna, ha presentato orgogliosamente il 23 maggio 2017, in occasione del convegno d’apertura della fiera Sps Ipc Drives Italia, di Parma.

 

E così i dati di fatturato relativi al mercato dell’automazione italiana, nel 2016, mostrano una crescita del settore del 4%, rispetto al 2015; uno sviluppo dovuto sia ai due primi e principali mercati di destinazione delle tecnologie di automazione, quello alimentare e quello della meccanica, sia al mercato degli Oem, specialmente per quanto riguarda il packaging e le macchine utensili. 

Nel settore tecnologico, inoltre, si registrano ottime performance per quanto riguarda il networking, il telecontrollo e soprattutto il wireless, che registra una crescita del +18% rispetto al 2015.

 

Nel 2017, invece, si attendono sviluppi considerevoli nel settore della cyber security per le reti industriali di produzione; un settore importante, che costituirà anche “il focus di Anie Automazione e degli associati”, come dichiarato da Scovenna.

Lo sviluppo atteso della cyber security permetterà quindi di investire competenze e risorse nella progettazione di sistemi predittivi e reattivi in grado di anticipare le minacce informatiche e permettere quindi di adottare efficaci misure di reazione per contrastare gli attacchi.

Un investimento comune, che coinvolgerà sia gli utilizzatori, sia i fornitori di tecnologie, in un mercato della sicurezza informatica che attualmente conta 75 miliardi di dollari a livello mondiale e che è destinato a raddoppiare, nel 2020.

  

Fonte: www.automazioneindustriale.com

Anche noi di Ferrazza investiamo sulla tecnologia e sulla costante innovazione delle nostre soluzioni per l’automazione industriale!

Siamo specializzati in:

  • Quadri elettrici di controllo e Impianti di Bordo Macchina per l’automazione industriale
  • Software applicativi PLC, HMI e SCADA per l’automazione industriale 

 

Contattaci subito per maggiori informazioni o per un preventivo senza impegno: clicca qui

automazione industriale

Automazione industriale e innovazione alla fiera Sps Ipc Drives Italia

, ,

Mancano pochi mesi al consueto evento annuale dedicato al mondo dell’automazione e delle nuove tecnologie per il comparto manifatturiero italiano: anche quest’anno, infatti, dal 23 al 25 maggio 2017, si terrà a Parma la settima edizione della fiera Sps Ipc Drives Italia, importante punto di riferimento, in Italia, per tutti i fornitori e i produttori del settore dell’automazione industriale.

L’evento, organizzato da Messe Frankfurt Italia, rappresenta l’occasione per fare il punto sull’efficienza, la produttività, la competitività e l’innovazione, oltre che sulle innovative soluzioni tecnologiche disponibili per i vari settori industriali.

 

Tra le novità di quest’anno, il nuovo layout espositivo arricchito con 4 padiglioni per soddisfare le richieste di ampliamento delle aziende presenti e l’esigenza di un’offerta merceologica in mostra più completa, rispetto all’anno precedente.

Per completare l’offerta per la fabbrica intelligente sono state infatti introdotte nuove categorie merceologiche relative alle tecnologie disruptive, come l’Industrial IoT, i Big Data, la cybersecurity, le applicazioni robotiche, la meccatronica e i software di progettazione e simulazione.

Tra i settori rinnovati, quindi, quello del digitale, che vede la presenza di aziende come Cisco, Reply, Sap e Intel.

Resta confermato, invece, il progetto Know How 4.0, novità della scorsa edizione 2016; vi si potrà accedere sempre al padiglione 4, dove si potranno vedere le demo relative alle applicazioni industriali 4.0.

Nel frattempo, in attesa dell’evento, è possibile assistere alle Tavole Rotonde itineranti incentrate sulla diffusione della cultura 4.0 nel territorio:

  • 29 marzo 2017 – Belvedere di San Leucio, Caserta: “Automazione 4.0: i distretti campani si raccontano

  • 12 aprile 2017 – CNH Industrial Village, Torino: “Automotive e Manifattura 4.0: un connubio vincente”  

Fonti: www.elettricomagazine.it – ww.spsitalia.it

 

Anche noi di Ferrazza investiamo sulla tecnologia e sulla costante innovazione delle nostre soluzioni per l’automazione industriale!

Siamo specializzati in:

  • Quadri elettrici di controllo e Impianti di Bordo Macchina per l’automazione industriale
  • Software applicativi PLC, HMI e SCADA per l’automazione industriale 

 

Contattaci subito per maggiori informazioni o per un preventivo senza impegno: clicca qui

automazione industriale

Nuovo anno, nuovi obbiettivi per l’automazione industriale: ecco come ripartire con slancio!

, ,

È iniziato ufficialmente un nuovo anno e, come accade per tutti i nuovi inizi, è giunto il momento di rinnovare impegni, energie e strategie. 

Un accorgimento importante per ripartire con slancio e vigore in un ambito complesso, certo, ma estremamente affascinante e pieno di sfide: perché per noi l’automazione industriale è sempre stata una passione avvincente, e in tutti questi anni di lavoro non abbiamo mai smesso di investire tempo e risorse in questo settore che – crediamo – sarà la chiave di volta per il progresso e l’evoluzione delle aziende.

 

E la sfida di questo nuovo anno sarò proprio la tanto citata Industria 4.0, una vera e propria rivoluzione digitale che porterà radicali cambiamenti all’interno delle imprese, trasformando i processi di produzione e rendendoli automatizzati e connessi. 

Una trasformazione già iniziata, che produrrà significativi effetti in tutto il settore manifatturiero, parte importante e vitale per il PIL del nostro Paese.

E saranno proprio le aziende a dover rinnovare le proprie practices aziendali, tenendo in considerazione nuovi fattori indispensabili per affrontare le sfide della digital trasnformation e della quarta rivoluzione industriale. 

 

Da questo punto di vista, è interessante osservare i risultati emersi dall’indagine condotta da Coleman Parkes per conto di Canon e relativa alle nuove sfide del settore manifatturiero: ciò che è emerso è che le imprese manifatturiere desiderano operare in modo più economico, efficiente e rapido, puntando su innovazione, produttività ed efficienza nella gestione dei costi.

Tuttavia, per raggiungere questi obbiettivi, è necessario ripensare i processi produttivi ed attuare, quindi, una produzione intelligente. Ma come fare?

 

Dall’indagine emerge che, per ottenere una produzione più flessibile ed efficiente, le imprese devono investire sulla creatività, sulla tecnologia e sull’automazione industriale; tuttavia, per raggiungere questo traguardo, è necessario trasformare non solo la sezione Vendite e R&D, ma anche quella più “periferica” relativa alla gestione delle informazioni e alla documentazione riguardo ai prodotti.

Un’efficace strategia di Product Information Management, infatti, permette di ridurre i costi relativi alla comunicazione interna e i rischi legati alla sicurezza dei dati, oltre che garantire la qualità della produzione. E da questo punto di vista, la tecnologia si dimostra necessaria per velocizzare i processi di trasmissione delle informazioni tra i diversi reparti produttivi: poter disporre in tempo reale di informazioni corrette in formato elettronico consente di ottimizzare tempi, costi e risorse, nell’ottica di un miglioramento finale della produzione.

Purtroppo l’indagine mostra come ci sia ancora parecchia strada da fare per raggiungere questo risultato.

 

E allora, per ripartire con slancio ed avvicinarsi alla nuova frontiera dell’Industria 4.0, è essenziale investire sulle nuove tecnologie e sui sistemi per l’automazione industriale: la nostra azienda Ferrazza, attiva da più di 30 anni nel campo dell’automazione industriale, può garantirti soluzioni tecnologiche innovative che ottimizzano la produzione e incrementano il fatturato della tua azienda!

Siamo specializzati in:

  • Quadri elettrici di controllo e Impianti di Bordo Macchina per l’automazione industriale
  • Software applicativi PLC, HMI e SCADA per l’automazione industriale

 

E allora, che aspetti?

 

Inizia il nuovo anno con il piede giusto: aumenta subito la tua produzione con le nostre soluzioni tecnologiche avanzate per l’automazione industriale!

 

Contattaci subito per un preventivo senza impegno o per maggiori informazioni: clicca qui 

 

Fonte: www.datamanager.it

automazione industriale

L’automazione industriale spinge l’Industria 4.0

,

Quando si parla di Industria 4.0, non è chiaro a cosa ci si riferisca o le idee sono ancora molto confuse.

Nonostante venga citato il termine “industria”, non si parla di una nuova rivoluzione industriale, ma di una fase di trasformazione del modo di lavorare delle fabbriche, definita la digitalizzazione del settore manifatturiero.

Secondo una ricerca condotta nel 2015 da McKinsey, società internazionale di consulenza manageriale, la digitalizzazione porterà un miglioramento decisivo all’interno delle aziende e questa fase dovrebbe essere guidata da 4 importanti cambiamenti:

  1. l’aumento del volume di dati, della potenza di calcolo e della connettività;
  2. lo sviluppo di analytics e soluzioni di business intelligence;
  3. nuove forme di interazione uomo-macchina come le interfacce touch e i sistemi di realtà aumentata;
  4. il miglioramento nel trasferimento di istruzioni digitali al mondo reale, come la robotica avanzata, le soluzioni IoT e le stampanti 3D.

Da anni, molte delle tecnologie elencate stanno tentando di emergere grazie anche alle varie applicazioni e ai sistemi di automazione industriale, ma alcune di queste non sono ancora pronte per essere adottate su larga scala.

Dal sondaggio McKinsey, condotto su un campione di 300 manager del settore manifatturiero, risulta che solo il 48% è pronto per l’avvento dell’Industria 4.0 e la maggior parte degli intervistati è convinta che il 40/50 % delle macchine attuali dovrà essere aggiornato o sostituito, per esempio con impianti di automazione industriale, per stare al passo con la concorrenza. Inoltre la produttività potrebbe aumentare del 25%, correggendo le attuali inefficienze nella raccolta e nel trattamento dei diversi dati.

McKinsey ha così ideato una “bussola digitale”, identificando 8 ambiti su cui orientare la creazione di valore:

  • Resource/Process
  • Asset utilization
  • Labor
  • Inventories
  • Quality
  • Supply/Demand match
  • Time to market
  • Service/aftersales
  • 26 servizi offerti dall’Industria 4.0

 

Il tradizionale business model del settore della produzione sta evolvendo e le aziende, per poter stare al passo con il mercato, devono saper individuare nuovi modelli, adatti alle loro esigenze.

In quest’ottica di evoluzione manifatturiera i sistemi di automazione industriale Ferrazza rappresentano uno strumento efficace e tecnologicamente avanzato per trasformare le imprese tradizionali in imprese 4.0.

 

Contattaci subito per informazioni più dettagliate sui nostri servizi: clicca qui!

 

Fonte: www.internet4things.it

automazione industriale

1000 servizi, +30 anni di esperienza, un solo partner: Ferrazza Srl

,

Rivolgere la propria attenzione al mondo dell’automazione industriale è un’operazione complessa, soprattutto per coloro che in azienda necessitano di più risposte alle diverse esigenze di gestione e produzione.

Dalla realizzazione di software operativi e cablaggio, dal bordo macchina al collaudo dell’intero sistema, sono tanti gli “attori” che prendono parte ad un singolo progetto e in molti casi questi professionisti non appartengono alla stessa società, con tempistiche non certe.

 

Con Ferrazza tutto questo non accade. Infatti la nostra azienda riunisce la migliore offerta di servizi e di professionisti per la realizzazione di impianti di automazione industriale: il nostro personale è altamente specializzato e, negli anni, è stato formato per offrire le più efficaci e le più recenti soluzioni in tema di sistemi di automazione industriale, dando alle imprese la possibilità e la certezza di poter ridurre i tempi e i costi legati alla produzione. 

Ogni fase del progetto è importante: lo studio, lo sviluppo e l’assistenza post vendita sono rilevanti e necessari per completare e soddisfare ogni tipo di richiesta del cliente.

Inoltre utilizziamo componenti delle migliori marche mondiali, risolvendo in tal modo i problemi di pronta consegna e garantendo affidabilità nel tempo.

 

Per noi full service” è sinonimo di:

 

  • Flessibilità: prima del prodotto finito, le esigenze del cliente. Sia che si tratti di un prodotto Ferrazza, sia di macchinari già esistenti, offriamo nel minor tempo possibile un servizio di assistenza per qualsiasi criticità.
  • Professionalità: la qualità è il nostro obiettivo, da perseguire senza compromessi. Per offrire un pacchetto di servizi completo è necessario mantenere il grado di operatività e di funzionalità al più alto livello raggiungibile.
  • Risparmio: interfacciarsi con un unico partner che offra un servizio completo implica una reale riduzione del prezzo e, di conseguenza, un effettivo risparmio per il cliente.

 

Perché rivolgersi a tanti partner quando ne basta uno?

 

Automazione Industriale Ferrazza ti semplifica la vita!

 

Contattaci subito per conoscere le soluzioni adatte alle tue esigenze: clicca qui!

 

 

software Scada

Software SCADA: che cosa sono e a che cosa servono?

,

I software SCADA (dall’inglese Supervisory Control and Data Acquisition) sono dei sistemi informatici distribuiti utilizzati per il controllo e il monitoraggio di processi industriali e sistemi infrastrutturali.

Un sistema SCADA è in grado di far dialogare strutture, macchine e apparati situati anche in diverse posizioni all’interno di uno stabilimento di produzione, riportando in qualunque momento lo stato dei componenti e dei dispositivi.

 

 

I sistemi SCADA sono composti da:

 

  • Un Personal Computer tipo Desktop o Touch Panel che, attraverso software specifici, è in grado di raccogliere periodicamente i dati dalle logiche programmabili (PLC) ed elaborarli per poi ottenere informazioni utili da registrare su disco. Il PC di supervisione permette di visualizzare su schermo i dati elaborati (valori reali e storici), consentendo all’operatore di monitorare in tempo reale le informazioni di tutti gli impianti controllati dal sistema SCADA, permettendo quindi di intervenire tempestivamente in caso di necessità. I dati dell’impianto vengono registrati su Database e consentono di monitorare tutti gli stati dell’impianto e tutti gli allarmi intervenuti.
  • Una o più Logiche Programmabili (PLC – Programmable Logic Controller) adibite al controllo e alla gestione dell’impianto; nello specifico, i PLC leggono in tempo reale lo stato dei sensori e degli strumenti di misura, per poi elaborare e attuare secondo la logica progettata tutte le utenze dell’impianto.
  •  Un sistema di comunicazione tra le logiche programmabili e il PC di supervisione.

 

Il PLC invia i dati al sistema di supervisione attraverso una o più linee di comunicazione (reti LAN, WAN o bus di campo).

I sistemi SCADA sono quindi utilizzati per controllare a distanza e in tempo reale macchinari e processi industriali.

Questi sistemi di controllo possono essere collegati a sistemi di acquisizione dei dati a livello di gestionale di stabilimento (MES, MRP, SAP, ecc.) che permettono la condivisione delle informazioni sullo stato di funzionamento dei macchinari, la loro produttività e gli interventi di manutenzione degli impianti.

 

I vantaggi dei sistemi SCADA

Un sistema SCADA ti consente quindi di ridurre i costi per il monitoraggio dei tuoi macchinari industriali, perché ti permette di:

  • accedere in tempo reale a tutte le informazioni relative ai processi industriali della tua azienda
  • individuare e correggere eventuali problematiche e inefficienze relative agli impianti
  • far dialogare sistemi e macchinari diversi e complessi, rilevando in qualsiasi momento lo stato dei vari dispositivi e componenti 

 

Come scegliere il giusto sistema SCADA?

Prima di optare per un determinato sistema SCADA, è importante verificarne la compatibilità con l’hardware aziendale; inoltre, è bene scegliere un’infrastruttura in grado di accedere al sistema da remoto attraverso diversi dispositivi, anche mobili (tablet, smartphone ecc.). 

Affidarsi a professionisti del settore è poi l’ulteriore passo per acquistare un sistema SCADA sicuro e adatto alle proprie esigenze. 

 

Per il tuo sistema SCADA, rivolgiti a Ferrazza!

Progettiamo e sviluppiamo software applicativi SCADA, PLC E HMI per l’automazione industriale da oltre 30 anni, garantendoti soluzioni tecnologiche innovative e di qualità.

Oltre ai software, realizziamo anche quadri elettrici e quadri di comando per l’automazione industriale e impianti di bordo macchina, offrendoti un supporto e un’assistenza altamente qualificata.

 

Contattaci subito per maggiori informazioni sui nostri software SCADA, clicca qui

 

Oppure richiedici informazioni sugli altri servizi:

 

Tel. +39 0445 446490 – E-mail: info@ferrazzanet.com

 

 

 

Industria 4.0

Industria 4.0: previsti super ammortamenti dal 140% al 250%. Ecco i nuovi bonus della Legge di Bilancio 2017.

,

La Legge di Stabilità 2017 ha esteso il superammortamento dal 140% al 250% per gli investimenti in ricerca, sviluppo e Industria 4.0: è questa la novità presentata dal Governo Renzi lo scorso 15 ottobre, nell’ambito della presentazione della nuova Legge di Bilancio 2017.

Una novità che estende il raggio delle agevolazioni fiscali già stabilite per le aziende che adottano processi di trasformazione digitale: accanto al superammortamento al 140% già previsto per l’acquisto di nuovi beni strumentali e prorogato per il 2017, la nuova Legge di Stabilità introduce l’iperammortamento al 250% per gli investimenti in Industria 4.0 finalizzati alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese.

Attraverso questi due sistemi, quindi, le imprese potranno beneficiare di vantaggiose agevolazioni fiscali sull’acquisto di beni funzionali alla digital transformation e utili allo svolgimento delle attività produttive.

 

Ecco le specifiche attuali della rivoluzione Smart Manufacturing prevista dal Governo.

 

Piano Industria 4.0: ecco i beni soggetti ad agevolazione fiscale (Iperammortamento al 250%)

 

L’ultima (ma non ancora definitiva) bozza del Disegno di legge di bilancio 2017 stabilisce le principali direttive della strategia del Governo per la digital transformation, elencando, nel dettaglio le specifiche degli interventi fiscali previsti per la crescita 4.0 delle aziende.

L’articolo 3 (proroga e rafforzamento della disciplina di maggiorazione della deduzione di ammortamenti) disciplina l’iperammortamento al 250% per l’acquisto di beni materiali e immateriali funzionali alla trasformazione tecnologica delle imprese in chiave 4.0, individuando le caratteristiche che devono avere tali beni: nel dettaglio, si tratta di macchinari innovativi controllati da sistemi computerizzati e sistemi di automazione specifici della fabbrica 4.0, dai dispositivi per l’interazione uomo-macchina agli strumenti per l’etichettatura Rfid; dai sistemi per il sollevamento e la traslazione di oggetti pesanti ai software intelligenti HMI (interfacce uomo-macchina) per il supporto dell’operatore nell’ambito della sicurezza e dell’efficienza delle operazioni di lavorazione, manutenzione, logistica, fino ai diversi software applicativi per l’automazione industriale.

L’iperammortamento si estende infatti anche ai beni immateriali (software, sistemi e/system integration, piattaforme e applicazioni) connessi agli investimenti nei beni materiali legati all’ Industria 4.0, tra cui: sistemi, piattaforme e applicazioni per la progettazione, definizione/qualificazione delle prestazioni e produzione di manufatti in materiali non convenzionali o ad alte prestazioni e software, sistemi, piattaforme e applicazioni per la gestione e il coordinamento della produzione con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio, come la logistica di fabbrica e la manutenzione (quali ad esempio sistemi di comunicazione intra-fabbrica, bus di campo/fieldbus, sistemi SCADA, sistemi MES, sistemi CMMS, soluzioni innovative con caratteristiche riconducibili ai paradigmi dell’IoT e/o del cloud computing).

 

Per scoprire tutti i software interessati dall’iperammortamento,clicca qui.

 

Iperammortamento al 250% per investimenti in Industria 4.0: termini e condizioni

 

Gli investimenti nei beni materiali e immateriali previsti dalla Legge di Stabilità devono essere effettuati entro il 31 dicembre 2017 oppure entro il 30 giugno 2018 “a condizione che entro la data del 31 dicembre 2017 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura pari ad almeno il 20 per cento del costo”.  

Nel frattempo, attendiamo che il testo della nuova Legge di Stabilità 2017 venga definitivamente approvato, per poi entrare in vigore a partire da gennaio 2017.

 

Anche la nostra azienda Ferrazza investe nell’automazione industriale da oltre 30 anni!

Siamo specializzati in:

  • quadri elettrici e quadri di comando per l’automazione industriale
  • software applicativi PLC, HMI e SCADA
  • servizi di bordo macchina

 

Contattaci subito per informazioni più dettagliate sui nostri servizi: clicca qui!

 

Fonti: www.corrierecomunicazioni.itwww.laleggepertutti.it

 

automazione industriale

Automazione Industriale Ferrazza: soluzioni tecnologicamente avanzate per ogni esigenza

,

Oltre 30 anni di esperienza nel settore dell’automazione industriale, un’equipe di tecnici specializzati ed in continua formazione e un’instancabile voglia di imparare e migliorare costantemente la qualità dei propri servizi: sono questi gli ingredienti speciali del successo di Ferrazza, azienda leader nel settore dell’automazione industriale conosciuta oggi nei mercati mondiali come realtà modello del “Made in Italy” grazie all’ innovazione, alla qualità e alla varietà delle soluzioni offerte.

La disponibilità di tecnologie elettroniche sofisticate, la raffinata capacità progettuale e l’approfondita conoscenza dei processi di produzione rendono Ferrazza il partner ideale nelle tecnologie avanzate per l’automazione: con più di 2000 macchinari e impianti in funzione in oltre 40 nazioni in tutto il mondo, la nostra azienda ha saputo instaurare e consolidare nel tempo numerose partnership, grazie all’eccellente qualità produttiva e all’alta flessibilità dei processi.

 

Automazione industriale in ogni settore

La nostra azienda rappresenta oggi un modello di organizzazione e tecnologia avanzata nel settore della progettazione e realizzazione di quadri elettrici di controllo, impianti di bordo macchina e software applicativi PLC, HMI, SCADA per l’automazione industriale: le nostre soluzioni vengono vendute in tutto il mondo per soddisfare le esigenze di diversi settori, dall’automotive alla carta, dal chimico alla plastica, dall’alimentare alla logistica. 

I nostri sistemi di automazione industriale permettono infatti di gestire e controllare numerosi processi in svariati ambiti, tra cui:

 

  • Logistica: magazzini automatici, pallettizzatori e depallettizzatori, linee di profilatura
  • Carta: macchine sezionali continue con regolazione digitale per la produzione della carta, avvolgitori e svolgitori, macchine per l’estrazione automatizzata degli alberi
  • Alimentare: riempitrici, linee movimentazione prodotto, etc.
  • Robotica: robot antropomorfi per fine linea a 4 e 6 assi
  • Trattamento acque: trattamento acque primarie, trattamento acque industriali e civili, impianti di filtrazione, impianti trattamento biologico, etc.
  • Plastica e Gomma: estrusori, mescolatori e calandre

 

Trasversali a tutti i settori, con il valore aggiunto di un servizio a 360 gradi: ecco perché i nostri clienti sanno di poter contare su un’assistenza completa, dall’analisi del progetto iniziale fino al servizio post-vendita.

 

E tu, cosa aspetti?

 

Ottimizza adesso i tuoi processi di automazione con l’aiuto di un partner qualificato: affidati a Ferrazza!

 

Contattaci subito per un preventivo senza impegno o per maggiori informazioni, clicca qui!