Come connettere la fabbrica[4.0] in modo efficace?

, , ,

Immagina un software che lavori da interprete e supporto tra il tuo gestionale e le tue macchine (recenti o meno).

Integrando e migliorando fasi come: programmazione, produzione, acquisti, tracciabilità, manutenzione, spedizioni, magazzino, qualità.

Continua a leggere

Torna Hannover Messe, la fiera mondiale sulle tecnologie industriali in programma ad Hannover dal 23 al 27 aprile 2018

, ,

Anche quest’anno Hannover Messe aprirà i battenti per ospitare le ultime novità tecnologiche applicate al mondo dell’industria, con particolare riguardo, questa volta, al tema dell’interconnessione industriale: il motivo conduttore della fiera mondiale sull’industria di quest’anno sarà infatti Integrated Industry-Connect & Collaborate, un approccio industriale basato sull’interconnettività e, quindi, sulla produzione collegata in rete.

Continua a leggere

Pmi italiane in crescita fino al 10% nel 2018, grazie all’innovazione e alle nuove tecnologie d’automazione

,

Il 2018 si preannuncia un anno positivo per l’industria e le piccole e medie imprese italiane: secondo l’indagine EY Growth Barometer Italy, le Pmi italiane prevedono una crescita aziendale dal 6 al 10% per il 2018, grazie agli investimenti nelle nuove tecnologie, nell’innovazione, nella ricerca e nella formazione del personale.

Continua a leggere

Natale, tempo di festa, ma anche di riflessioni. Ecco il bilancio di fine anno e le nuove sfide di Ferrazza.

,

Mancano pochi giorni al Natale e alla fine dell’anno e come tutti gli anni anche questa volta ci sembra opportuno riflettere e fare il punto non solo su ciò che abbiamo fatto, come azienda e come realtà industriale, ma anche su quello che ci proponiamo di fare per i mesi a venire, consapevoli che la qualità e la professionalità vanno continuamente conquistate, giorno per giorno, soprattutto se il settore in cui si opera è un settore tecnico ed in continua evoluzione.

Continua a leggere

Il bordo macchina secondo Noi

Con il termine bordo macchina vengono generalmente indicati gli impianti elettrici che collegano tra loro tutti i dispositivi di un macchinario, partendo dal quadro di comando.

Grazie all’esperienza maturata in anni di lavoro nel settore dell’automazione industriale, in Ferrazza mettiamo a disposizione dei clienti tutta la nostra competenza per fornire un servizio ottimale, attento alla cura di ogni dettaglio legato al bordo macchina.

Continua a leggere

Intelligenza artificiale: arriva Sophia, il primo robot con il diritto di cittadinanza

,

Riesce ad interagire e a conversare con gli esseri umani imitandone perfettamente i gesti, le emozioni e i comportamenti, grazie ad un sofisticato sistema di espressioni facciali che le consente di esprimere ben 62 diversi stati d’animo: stiamo parlando di Sophia, il robot umanoide creato dall’azienda Hanson Robotics, presentato nella sua ultima versione durante il Web Summit di quest’anno tenutosi a Lisbona dal 6 al 9 novembre scorso.

 

 

 

La donna-robot, che è stata modellata per assomigliare esteticamente a Audrey Hepburn, è in grado di parlare con gli esseri umani grazie al suo sofisticato software di intelligenza artificiale, che le consente di ricordare le conversazioni precedenti e imparare sia da queste, sia da Internet, a cui il suo sistema è connesso. L’androide Sophia è inoltre dotato di due microcamere installate negli occhi che le consentono di elaborare i dati visivi e il riconoscimento facciale, rilevando quindi la presenza degli interlocutori.

 

sophia

Ma la cosa più sorprendente è che Sophia è il primo robot al mondo ad ottenere la cittadinanza onoraria: una concessione incredibile che è stata riconosciuta dall’Arabia Saudita.

Nel corso del Web Summit di Lisbona, assieme ad uno dei suoi creatori, lo scienziato Ben Goertzel, Sophia ha presentato SingularityNet, la piattaforma decentralizzata rivoluzionaria basata sulla blockchain per la condivisione di ricerche e conoscenze sull’evoluzione dell’intelligenza artificiale su cui il suo software è basato.

 

Durante l’evento Goertzel ha espresso la necessità di integrare le AI (Artificial Intelligence) con l’intelligenza umana: «Se vogliamo che le AI assorbano valori umani dobbiamo abituarci già da ora a convivere con loro. Solo in questo modo l’avvento di un’intelligenza artificiale generalizzata, superiore a quella umana, porterà un cambiamento positivo» – ha dichiarato Goertzel.

Una prospettiva interessante, che apre scenari e sfide affascinanti riguardo agli sviluppi di un’intelligenza artificiale sempre più sofisticata e “a misura d’uomo”.

Fonte: www.lastampa.it

 

Anche la nostra azienda Ferrazza, attiva nel settore dell’automazione industriale da oltre 30 anni, è certa che la robotica contribuirà a generare una grande rivoluzione; tuttavia, al fine di generare cambiamenti positivi, è necessario che questa rivoluzione si integri fin da subito con i processi operativi umani, nell’ottica di uno sviluppo che porti l’intelligenza artificiale a supportare il lavoro dell’uomo e non ad annullarlo.

 

L’automazione industriale di Ferrazza è 4.0

,

Se parliamo di Industria 4.0 è probabile che a molti di voi si affacci, nella mente, l’immagine di una grande rivoluzione industriale di tipo tecnologico – dai confini ancora poco definiti – che investirà il mondo delle aziende e dell’industria in un futuro prossimo, ma ancora distante.

 

In realtà, come abbiamo avuto modo di vedere recentemente nelle ultime nostre news, gli effetti dell’industria 4.0 nel mondo industriale sono già reali e ben visibili; e nonostante siano ancora poche le aziende che possono già definirsi orientate in ottica 4.0, ce n’è qualcuna che ha iniziato a percorrere la strada della fabbrica intelligente già qualche tempo fa, prima ancora, cioè, che il tema della quarta rivoluzione industriale trovasse spazio e rilievo nelle aziende e nello scenario industriale: stiamo parlando con orgoglio della nostra azienda Ferrazza, una realtà all’avanguardia nel settore dell’automazione industriale che ha fatto dell’innovazione il suo credo e il suo biglietto da visita, grazie soprattutto alla presenza di un team di tecnici specializzati e in continua formazione trascinati da un leader intraprendente dotato di grande creatività e spirito innovativo.

 

E così, oggi, il titolare Mauro Ferrazza è orgoglioso di affermare che Ferrazza è veramente un’azienda orientata in ottica 4.0: i software e gli impianti di automazione firmati Ferrazza sono già predisposti per l’Industria 4.0, poiché consentono di sfruttare una serie di benefici funzionali alla realizzazione della tanto auspicata fabbrica intelligente.

 

Le soluzioni di Ferrazza (quadri elettrici e quadri di comando per l’automazione industriale, software applicativi PLC, HMI, SCADA, impianti di bordo macchina) permettono infatti di:

  • garantire l’automazione totale o parziale di una o più funzioni all’interno di un’industria;
  • assicurare il controllo dettagliato dei parametri per ottenere e memorizzare la storia completa del processo di produzione;
  • monitorare costantemente ogni aspetto chiave dei vari impianti e far scattare allarmi in caso di problematiche, avendo la possibilità di ricevere assistenza remota da qualsiasi parte del mondo e in ogni momento;
  • leggere, interpretare e archiviare i dati al fine di trasformarli in azioni concrete.

  

Tutte funzionalità, queste, che consentono di ottimizzare la produzione e l’efficienza aziendale, restando quindi competitivi nel mercato mondiale.

Il nostro valore aggiunto, però, non si ferma qui: il nostro prezioso know how accumulato in più di trent’anni di esperienza nel settore e la nostra costante attenzione alla qualità ci hanno permesso di concretizzare sempre più l’offerta di un servizio personalizzato a 360 gradi che parte dall’analisi del progetto iniziale del cliente per concludersi, poi, con un servizio di assistenza tecnica post-vendita attento e puntuale.

 

E allora cogli tutte le opportunità dell’industria 4.0 con le nostre soluzioni per l’automazione industriale!

 

Contattaci subito, clicca qui

Industria 4.0: continuano gli incentivi nel 2018. Sarà necessario investire anche sulla formazione digitale.

,

Ad un anno dall’annuncio del Piano Nazionale Industria 4.0 i ministri Carlo Calenda (Sviluppo Economico), Pier Carlo Padoan (Economia), Giuliano Poletti (Lavoro) e Valeria Fedeli (Istruzione) si sono incontrati per tirare le somme di questo 2017 e presentare le linee guida del Piano Nazionale Impresa 4.0 per il 2018.

Per il nuovo anno è stata espressa l’intenzione di rinnovare i bonus dell’iper e del super ammortamento per l’acquisto di beni strumentali all’attività di impresa, nell’ottica di un ammodernamento generale dei macchinari aziendali, soprattutto in chiave digitale.

 

Per quanto riguarda il bilancio di quest’anno in riferimento agli effetti dell’Industria 4.0, i dati registrano una risposta aziendale positiva: gli investimenti in beni strumentali sono saliti del 9%, gli ordini di macchinari hanno visto una crescita del 10% ed è stato registrato un aumento del 25% degli investimenti sulle tecnologie abilitanti l’Industria 4.0.

Dati positivi sono stati riscontrati anche sulla spesa in ricerca, sviluppo e innovazione.

In questo primo anno, quindi, le agevolazioni previste dall’Iper ammortamento, dal Super ammortamento e dalla Nuova Sabatini sono state recepite positivamente dalle imprese; tuttavia, sul fronte formazione, c’è ancora parecchia strada da fare: le competenze digitali non sono ancora così diffuse, ed è quindi necessario investire nella formazione di personale qualificato.

Una sfida affasciante, che il Governo si impegna a sostenere e ad incentivare: e così tra le novità e le misure previste per il 2018 si annuncia il “Credito di Imposta sulla Formazione 4.0”, a disposizione di tutte le imprese che effettueranno una spesa incrementale (superiore alla media degli ultimi 3 anni) in formazione per il personale con focus su almeno una tecnologia dell’Industria 4.0 concepita all’interno dei seguenti ambiti: vendite e marketing, informatica, tecniche e tecnologie di produzione.

 

Per le scuole, gli istituti tecnici professionali, le università, il mondo della formazione e del lavoro si preannuncia quindi un anno impegnativo, ma anche avvincente; e sarà proprio dalla formazione continua e sempre più qualificata che dipenderà, in ultima analisi, la ripresa e la competitività del nostro sistema industriale: gli investimenti in tecnologia, quindi, devono essere accompagnati da opportuni investimenti nello sviluppo di skills e competenze specifiche.

Una sfida che non spetta solo al mondo della formazione e del lavoro, ma anche allo Stato, che ha il dovere di agire direttamente per promuovere il Lavoro e le Competenze 4.0.

Del resto, come ha fatto notare la Ministra Valeria Fedeli, solo il 29% delle competenze digitali nella forza lavoro italiana sono di alto livello, contro il 39% della Germania e il 50% del Regno Unito.

Nel 2018, quindi, ci attendono nuovi incentivi, come il Credito di Imposta sulla Formazione 4.0, ma anche nuovi impegni: non solo investimenti in tecnologia, ma anche nella formazione, perché i macchinari di ultima generazione hanno bisogno di personale qualificato che sia in grado poi di utilizzarli.

Fonte: www.digital4.biz

 

Anche Ferrazza ti aiuta a trasformare la tua impresa in un’azienda 4.0 con le sue soluzioni innovative per l’automazione industriale!

Contattaci subito per maggiori informazioni sui nostri impianti in chiave Industry 4.0: clicca qui

automazione

Automazione in crescita del 4% nel 2016: ecco gli ultimi dati di Anie Automazione. Previsioni promettenti anche per il 2017, con impennate attese nel settore della cyber security

,

Un volume di affari di 4,29 miliardi di euro e una crescita del 4% rispetto al 2015; è questo il bilancio dell’automazione manifatturiera e di processo italiana, nel 2016; un bilancio estremamente positivo, che il nuovo presidente di Anie Automazione, Fabrizio Scovenna, ha presentato orgogliosamente il 23 maggio 2017, in occasione del convegno d’apertura della fiera Sps Ipc Drives Italia, di Parma.

 

E così i dati di fatturato relativi al mercato dell’automazione italiana, nel 2016, mostrano una crescita del settore del 4%, rispetto al 2015; uno sviluppo dovuto sia ai due primi e principali mercati di destinazione delle tecnologie di automazione, quello alimentare e quello della meccanica, sia al mercato degli Oem, specialmente per quanto riguarda il packaging e le macchine utensili. 

Nel settore tecnologico, inoltre, si registrano ottime performance per quanto riguarda il networking, il telecontrollo e soprattutto il wireless, che registra una crescita del +18% rispetto al 2015.

 

Nel 2017, invece, si attendono sviluppi considerevoli nel settore della cyber security per le reti industriali di produzione; un settore importante, che costituirà anche “il focus di Anie Automazione e degli associati”, come dichiarato da Scovenna.

Lo sviluppo atteso della cyber security permetterà quindi di investire competenze e risorse nella progettazione di sistemi predittivi e reattivi in grado di anticipare le minacce informatiche e permettere quindi di adottare efficaci misure di reazione per contrastare gli attacchi.

Un investimento comune, che coinvolgerà sia gli utilizzatori, sia i fornitori di tecnologie, in un mercato della sicurezza informatica che attualmente conta 75 miliardi di dollari a livello mondiale e che è destinato a raddoppiare, nel 2020.

  

Fonte: www.automazioneindustriale.com

Anche noi di Ferrazza investiamo sulla tecnologia e sulla costante innovazione delle nostre soluzioni per l’automazione industriale!

Siamo specializzati in:

  • Quadri elettrici di controllo e Impianti di Bordo Macchina per l’automazione industriale
  • Software applicativi PLC, HMI e SCADA per l’automazione industriale 

 

Contattaci subito per maggiori informazioni o per un preventivo senza impegno: clicca qui

automazione industriale

Automazione Industriale Award 2017: al via la settima edizione

,

 

È ufficialmente partita la settima edizione di Automazione Industriale Award (AI Award 2017), l’iniziativa che premia soluzioni innovative di automazione che hanno portato a miglioramenti concreti nella sicurezza, nell’efficienza e nella sostenibilità dei processi industriali.

 

 

 

Chi può partecipare a AI Award 2017?

Possono partecipare all’iniziativa i fornitori di soluzioni d’automazione, i System Integrator, le società di ingegneria, i costruttori di macchine, i produttori e gli utilizzatori finali, che potranno quindi candidare i loro progetti d’automazione in 4 categorie di riferimento:

  • Industria Farmaceutica 
  • Industria (altri settori)
  • Utility
  • Automazione oltre l’impianto

 

Modalità e tempistiche

È possibile candidare il proprio progetto entro il 29 settembre 2017 compilando la scheda di partecipazione della categoria per la quale si intende concorrere.

I progetti saranno valutati da una Giuria di accademici ed esperti del settore automazione nel mese di ottobre; successivamente, verrà stilata una graduatoria dei progetti più efficienti, sicuri e sostenibili, e verranno scelti, tra i migliori, i 4 vincitori di categoria (uno per categoria) e il vincitore assoluto.

I premi saranno assegnati all’inizio di dicembre 2017, in occasione di un Convegno di Automazione Industriale che si terrà a Milano.

 

Per candidare il tuo progetto, clicca qui

 

Fonte: www.automazioneindustriale.com

 

Anche noi di Ferrazza investiamo sulla tecnologia e sulla costante innovazione delle nostre soluzioni per l’automazione industriale!

Con oltre 30 anni di esperienza nel settore, progettiamo soluzioni sempre nuove che personalizziamo in base alle esigenze del singolo cliente!

 

Contattaci subito per maggiori informazioni o per un preventivo senza impegno: clicca qui