robotica

L’integrazione tra robotica e cloud porterà allo sviluppo di robot più efficienti e performanti: è quanto emerge dai risultati dell’ultima indagine di Frost & Sullivan, “Innovations in Cloud Robotics”, secondo la quale l’utilizzo di Internet nel settore robotica potrà incrementare qualitativamente le capacità comportamentali dei robot, attraverso un uso intelligente dell’ambito computazionale.

La robotica cloud, che prevede l’integrazione delle tipiche tecnologie del Cloud Computing con le funzioni di controllo e gestione dei robot, porterà infatti allo sviluppo di robot intelligenti dotati di maggiore efficienza computazionale: questo consentirà un risparmio energetico e, di riflesso, una riduzione dei costi di produzione.

Lo sviluppo di robot con prestazioni e accessibilità elevate consentirà di portare alla ribalta numerose applicazioni tecnologiche: “per il momento – sostiene Debarun Guha Thakurta, analista di Frost & Sullivan – “sanità, trasporti, robotica di consumo e produzione sono aree che possono trarre beneficio dall’utilizzo di risorse condivise e dall’eliminazione della necessità di gestire o aggiornare il software di robotica”.

È prevista quindi una forte crescita per il mercato della robotica di consumo, crescita che decreterà di riflesso la nascita di un relativo mercato commerciale il cui catalizzatore sarà proprio la robotica cloud.

Affinché la robotica cloud possa funzionare, è comunque necessaria una connessione Internet attiva: da questo punto di vista, “nelle aree con connettività limitata o assente, i robot che fanno affidamento sul cloud sono incapaci di funzionare efficacemente e di rispondere prontamente nel caso di situazioni critiche”, fatto oggettivo che potrebbe rappresentare un grosso limite, ma anche una sfida, spiegano gli analisti.

Anche perché, come spiega Dasgupta, analista di Frost & Sullivan, “la convergenza della robotica cloud con Big Data, context-aware computing e reti wireless ubique ad alta velocità, insieme all’utilizzo di sensori wireless avanzati, potrebbe risolvere i problemi legati alla connessione e a tempi di risposta lenti”.

Uno sviluppo tecnologico di grande importanza anche per Ferrazza, leader nell’automazione industriale a Vicenza, in Italia e nel mondo, che da sempre fa dell’innovazione uno dei punti chiave del proprio successo.

Che dire, i presupposti per uno sviluppo progressivo e performante della robotica cloud ci sono tutti e i semi, in parte, sono già stati piantati.

Non rimane allora che attendere i risultati, continuando ad investire tempo e risorse in questa grande opportunità di business del nostro tempo che è la tecnologia.

 

Fonte: www.corrierecomunicazioni.it