Come connettere la fabbrica[4.0] in modo efficace?

, , ,

Immagina un software che lavori da interprete e supporto tra il tuo gestionale e le tue macchine (recenti o meno).

Integrando e migliorando fasi come: programmazione, produzione, acquisti, tracciabilità, manutenzione, spedizioni, magazzino, qualità.

Continua a leggere

Torna Hannover Messe, la fiera mondiale sulle tecnologie industriali in programma ad Hannover dal 23 al 27 aprile 2018

, ,

Anche quest’anno Hannover Messe aprirà i battenti per ospitare le ultime novità tecnologiche applicate al mondo dell’industria, con particolare riguardo, questa volta, al tema dell’interconnessione industriale: il motivo conduttore della fiera mondiale sull’industria di quest’anno sarà infatti Integrated Industry-Connect & Collaborate, un approccio industriale basato sull’interconnettività e, quindi, sulla produzione collegata in rete.

Continua a leggere

Pmi italiane in crescita fino al 10% nel 2018, grazie all’innovazione e alle nuove tecnologie d’automazione

,

Il 2018 si preannuncia un anno positivo per l’industria e le piccole e medie imprese italiane: secondo l’indagine EY Growth Barometer Italy, le Pmi italiane prevedono una crescita aziendale dal 6 al 10% per il 2018, grazie agli investimenti nelle nuove tecnologie, nell’innovazione, nella ricerca e nella formazione del personale.

Continua a leggere

Natale, tempo di festa, ma anche di riflessioni. Ecco il bilancio di fine anno e le nuove sfide di Ferrazza.

,

Mancano pochi giorni al Natale e alla fine dell’anno e come tutti gli anni anche questa volta ci sembra opportuno riflettere e fare il punto non solo su ciò che abbiamo fatto, come azienda e come realtà industriale, ma anche su quello che ci proponiamo di fare per i mesi a venire, consapevoli che la qualità e la professionalità vanno continuamente conquistate, giorno per giorno, soprattutto se il settore in cui si opera è un settore tecnico ed in continua evoluzione.

Continua a leggere

Intelligenza artificiale: arriva Sophia, il primo robot con il diritto di cittadinanza

,

Riesce ad interagire e a conversare con gli esseri umani imitandone perfettamente i gesti, le emozioni e i comportamenti, grazie ad un sofisticato sistema di espressioni facciali che le consente di esprimere ben 62 diversi stati d’animo: stiamo parlando di Sophia, il robot umanoide creato dall’azienda Hanson Robotics, presentato nella sua ultima versione durante il Web Summit di quest’anno tenutosi a Lisbona dal 6 al 9 novembre scorso.

 

 

 

La donna-robot, che è stata modellata per assomigliare esteticamente a Audrey Hepburn, è in grado di parlare con gli esseri umani grazie al suo sofisticato software di intelligenza artificiale, che le consente di ricordare le conversazioni precedenti e imparare sia da queste, sia da Internet, a cui il suo sistema è connesso. L’androide Sophia è inoltre dotato di due microcamere installate negli occhi che le consentono di elaborare i dati visivi e il riconoscimento facciale, rilevando quindi la presenza degli interlocutori.

 

sophia

Ma la cosa più sorprendente è che Sophia è il primo robot al mondo ad ottenere la cittadinanza onoraria: una concessione incredibile che è stata riconosciuta dall’Arabia Saudita.

Nel corso del Web Summit di Lisbona, assieme ad uno dei suoi creatori, lo scienziato Ben Goertzel, Sophia ha presentato SingularityNet, la piattaforma decentralizzata rivoluzionaria basata sulla blockchain per la condivisione di ricerche e conoscenze sull’evoluzione dell’intelligenza artificiale su cui il suo software è basato.

 

Durante l’evento Goertzel ha espresso la necessità di integrare le AI (Artificial Intelligence) con l’intelligenza umana: «Se vogliamo che le AI assorbano valori umani dobbiamo abituarci già da ora a convivere con loro. Solo in questo modo l’avvento di un’intelligenza artificiale generalizzata, superiore a quella umana, porterà un cambiamento positivo» – ha dichiarato Goertzel.

Una prospettiva interessante, che apre scenari e sfide affascinanti riguardo agli sviluppi di un’intelligenza artificiale sempre più sofisticata e “a misura d’uomo”.

Fonte: www.lastampa.it

 

Anche la nostra azienda Ferrazza, attiva nel settore dell’automazione industriale da oltre 30 anni, è certa che la robotica contribuirà a generare una grande rivoluzione; tuttavia, al fine di generare cambiamenti positivi, è necessario che questa rivoluzione si integri fin da subito con i processi operativi umani, nell’ottica di uno sviluppo che porti l’intelligenza artificiale a supportare il lavoro dell’uomo e non ad annullarlo.

 

Industria 4.0

“Tecnologie 4.0”: l’industria italiana è pronta ad investire nel proprio futuro

,

Sono oltre 300 le imprese del settore manifatturiero italiano che hanno partecipato all’incontro “Industria 4.0 e Iper-ammortamento”, organizzato lo scorso 7 febbraio 2017, a Milano, dall’associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot e automazione Ucimu-Sistemi Per Produrre.

 

 

 

 

“Industria 4.0 e Iper-ammortamento”: un’immagine dell’evento.
Foto da www.ucimu.it

Un bilancio positivo che testimonia l’importanza percepita dalle aziende di investire tempi e risorse nelle nuove tecnologie dell’Industria 4.0: come ha sottolineato Massimo Carboniero, presidente di Ucimu-Sistemi per Produrre, “la grande partecipazione all’incontro dimostra la disponibilità del Paese a investire nel proprio futuro, una disponibilità che da tempo mancava all’Italia e che è registrata anche dai dati elaborati dal Centro Studi di Ucimu che promuove il 2016 quale miglior anno, dal 2008, per la raccolta ordini.”

 


Del resto, mai come adesso l’investimento nelle nuove tecnologie è sostenuto e stimolato: basti pensare alle nuove misure normative del Superammortamento e dell’Iperammortamento, emanate dal Governo con l’obbiettivo di rilanciare la competitività delle aziende attraverso l’adozione di innovativi processi di trasformazione tecnologica e digitale.

 

Nel corso dell’incontro sono state affrontate varie tematiche: dall’analisi delle opportunità e delle possibili implicazioni connesse con la diffusione dell’Industria 4.0 nelle aziende e nelle PMI italiane, al funzionamento delle misure previste dal governo nell’ambito del Piano Nazionale Industria 4.0.

In generale, quello che è emerso, è che l’Industria 4.0 sta iniziando ad essere concepita dalle aziende come un’importante occasione per incrementare il proprio livello di competitività rispetto ai competitor internazionali.

Del resto, i benefici dell’adozione di sistemi di produzione del tipo Industry 4.0 sono davvero tanti, e vanno quindi a toccare diversi ambiti: dalla raccolta e gestione dei dati alla creazione di una carta d’identità digitale del macchinario, dal controllo a distanza alla manutenzione predittiva, dalla messa in opera di sistemi di visione e verifica della qualità dei processi di lavorazione e dei prodotti alla realizzazione della connessione tra macchine e sistemi all’interno della fabbrica, e tra la fabbrica e l’esterno.

L’utilizzo delle tecnologie IoT (Internet of Things) permette inoltre di sviluppare servizi più integrati e personalizzati, monitorando costantemente le esigenze dei clienti nell’ottica di una fidelizzazione sempre più forte. Anche sul fronte costi e produttività i vantaggi sono numerosi: basti pensare alla riduzione delle scorte a magazzino, dei tempi di produzione e dei fermi macchina, nonché all’incremento della qualità e della sicurezza degli impianti.

 

Tra l’altro, in questo momento, le normative relative al Superammortamento e all’Ipermmoartamento consentono di beneficiare di vantaggiose agevolazioni fiscali sull’acquisto di nuovi macchinari, dispositivi e tecnologie abilitanti la trasformazione dell’azienda in chiave 4.0.

Fonte: www.automazioneindustriale.com

 

E tu, stai investendo nel futuro?


La nostra azienda Ferrazza ti consente di investire nell’innovazione grazie a soluzioni tecnologiche per l’automazione e il controllo dei processi industriali, avanzate e performanti.

Siamo specializzati in:

  • quadri elettrici e quadri di comando per l’automazione industriale
  • software applicativi PLC, HMI e SCADA
  • servizi di bordo macchina

 

Contattaci subito per maggiori informazioni sulle nostre soluzioni tecnologiche innovative per l’automazione industriale: clicca qui

automazione

L’automazione e la digitalizzazione creeranno nuovi posti di lavoro: ecco i risultati dell’indagine “Skills Revolution” di ManpowerGroup

, ,

Nuovi posti di lavoro e nuove opportunità di business grazie all’automazione e agli strumenti tecnologici della Quarta Rivoluzione Industriale: è quanto emerge dalla ricercaSkills Revolution” realizzata da ManpowerGroup e presentata al World Economic Forum 2017 di Davos.

L’indagine, condotta su 18mila datori di lavoro di 43 Paesi del mondo, ha affrontato il tema dell’impatto della digitalizzazione e delle nuove tecnologie della Quarta Rivoluzione Industriale sull’occupazione e sul business delle aziende.

 

Quello che emerso è che, a livello mondiale, oltre il 90% dei datori di lavoro intervistati prevede degli impatti significativi sulla propria azienda, nei prossimi due anni, ad opera della cosiddetta Industry 4.0; nel dettaglio, sono attesi importanti cambiamenti sulle competenze dei lavoratori, che dovranno acquisire una sempre maggiore preparazione in materia di digitalizzazione, creatività, agilità e learnability (attitudine ad un costante aggiornamento).

L’83% degli imprenditori intervistati ritiene inoltre che la digitalizzazione e l’automazione del lavoro non diminuiranno, ma faranno crescere il totale dei posti di lavoro, con effetti positivi sull’aggiornamento delle competenze dei lavoratori, su cui tutti gli intervistati concordano di dover investire.

Skills Revolution

Industry 4.0: ecco che cosa si aspettano gli imprenditori di tutto il mondo

 

Tra tutti e 43 i Paesi coinvolti nell’indagine è proprio l’Italia ad aspettarsi il maggior aumento di posti di lavoro grazie all’automazione e alle tecnologie dell’Industry 4.0: la stima si aggira tra il 31% e il 40% di occupazione in più prevista. Parimenti, è atteso anche lo sviluppo di nuove skills e competenze tecnologiche.

A seguire, Portogallo, Guatemala, Perù, Panama, Stati Uniti, Sud Africa, Messico e Nuova Zelanda, che prevedono una crescita di occupazione compresa tra l’11% e il 20%.

Regno Unito, Spagna, Canada e Giappone si aspettano invece un incremento più discreto, tra l’1% e il 10%.

Più pessimisti, invece, i datori di lavoro di Germania, Francia, Finlandia, Svezia e Svizzera, che prevedono un impatto nullo o, addirittura, negativo, tra lo 0% e il – 9%.

In fondo alla classifica troviamo invece gli imprenditori indiani, molto spaventati dagli stravolgimenti dell’Industry 4.0: per loro la Quarta Rivoluzione Industriale porterà un calo dei posti di lavoro compreso tra il – 20% e il – 30%.

 

Ma quali sono quindi le professioni che beneficeranno maggiormente delle novità della digitalizzazione?

 

L’aumento dei posti di lavoro è atteso in misura maggiore per le professioni in ambito IT, Risorse Umane e Customer Facing, che registreranno un incremento di occupazione rispettivamente del 26%, 20% e 15%.

Del resto come ha affermato lo stesso Stefano Scabbio, Presidente Area Mediterranea ed Europa Orientale ManpowerGroup, “la rivoluzione delle competenze ci mette di fronte ad una scelta obbligata, quella di affrontare un cambiamento culturale. Questo vale sia per le aziende, che hanno il compito di accompagnare i propri dipendenti verso un aggiornamento del proprio set di competenze, che per gli individui stessi proiettati verso il futuro”.

Una considerazione concreta, che ci rende più consapevoli dell’importanza, sempre maggiore, di un’adeguata formazione: un modus operandi che tutti – imprenditori e dipendenti – devono interiorizzare e applicare.

Ecco perché oggi – in particolar modo – i leader devono essere pronti ad accogliere i cambiamenti generati dall’Industry 4.0, investendo costantemente nell’aggiornamento delle competenze dei propri lavoratori.

 

In quest’ottica di trasformazione generale del business e dei mercati, i sistemi di automazione industriale di Ferrazza rappresentano uno strumento efficace e tecnologicamente avanzato per accompagnare le imprese tradizionali verso l’Industry 4.0!

 

Contattaci subito per maggiori informazioni sui nostri servizi: clicca qui

 

Fonte: www.businesscommunity.it

 

 

 

 

 

automazione industriale

Nuovo anno, nuovi obbiettivi per l’automazione industriale: ecco come ripartire con slancio!

, ,

È iniziato ufficialmente un nuovo anno e, come accade per tutti i nuovi inizi, è giunto il momento di rinnovare impegni, energie e strategie. 

Un accorgimento importante per ripartire con slancio e vigore in un ambito complesso, certo, ma estremamente affascinante e pieno di sfide: perché per noi l’automazione industriale è sempre stata una passione avvincente, e in tutti questi anni di lavoro non abbiamo mai smesso di investire tempo e risorse in questo settore che – crediamo – sarà la chiave di volta per il progresso e l’evoluzione delle aziende.

 

E la sfida di questo nuovo anno sarò proprio la tanto citata Industria 4.0, una vera e propria rivoluzione digitale che porterà radicali cambiamenti all’interno delle imprese, trasformando i processi di produzione e rendendoli automatizzati e connessi. 

Una trasformazione già iniziata, che produrrà significativi effetti in tutto il settore manifatturiero, parte importante e vitale per il PIL del nostro Paese.

E saranno proprio le aziende a dover rinnovare le proprie practices aziendali, tenendo in considerazione nuovi fattori indispensabili per affrontare le sfide della digital trasnformation e della quarta rivoluzione industriale. 

 

Da questo punto di vista, è interessante osservare i risultati emersi dall’indagine condotta da Coleman Parkes per conto di Canon e relativa alle nuove sfide del settore manifatturiero: ciò che è emerso è che le imprese manifatturiere desiderano operare in modo più economico, efficiente e rapido, puntando su innovazione, produttività ed efficienza nella gestione dei costi.

Tuttavia, per raggiungere questi obbiettivi, è necessario ripensare i processi produttivi ed attuare, quindi, una produzione intelligente. Ma come fare?

 

Dall’indagine emerge che, per ottenere una produzione più flessibile ed efficiente, le imprese devono investire sulla creatività, sulla tecnologia e sull’automazione industriale; tuttavia, per raggiungere questo traguardo, è necessario trasformare non solo la sezione Vendite e R&D, ma anche quella più “periferica” relativa alla gestione delle informazioni e alla documentazione riguardo ai prodotti.

Un’efficace strategia di Product Information Management, infatti, permette di ridurre i costi relativi alla comunicazione interna e i rischi legati alla sicurezza dei dati, oltre che garantire la qualità della produzione. E da questo punto di vista, la tecnologia si dimostra necessaria per velocizzare i processi di trasmissione delle informazioni tra i diversi reparti produttivi: poter disporre in tempo reale di informazioni corrette in formato elettronico consente di ottimizzare tempi, costi e risorse, nell’ottica di un miglioramento finale della produzione.

Purtroppo l’indagine mostra come ci sia ancora parecchia strada da fare per raggiungere questo risultato.

 

E allora, per ripartire con slancio ed avvicinarsi alla nuova frontiera dell’Industria 4.0, è essenziale investire sulle nuove tecnologie e sui sistemi per l’automazione industriale: la nostra azienda Ferrazza, attiva da più di 30 anni nel campo dell’automazione industriale, può garantirti soluzioni tecnologiche innovative che ottimizzano la produzione e incrementano il fatturato della tua azienda!

Siamo specializzati in:

  • Quadri elettrici di controllo e Impianti di Bordo Macchina per l’automazione industriale
  • Software applicativi PLC, HMI e SCADA per l’automazione industriale

 

E allora, che aspetti?

 

Inizia il nuovo anno con il piede giusto: aumenta subito la tua produzione con le nostre soluzioni tecnologiche avanzate per l’automazione industriale!

 

Contattaci subito per un preventivo senza impegno o per maggiori informazioni: clicca qui 

 

Fonte: www.datamanager.it

automazione industriale

Dicembre, tempo di bilanci per l’automazione industriale di Ferrazza. Ecco le nostre sfide e i nostri buoni propositi per il prossimo anno.

,

Siamo ormai arrivati alla fine dell’anno ed è quindi giunto il momento di tirare le somme di questi ultimi 12 mesi, frenetici, certo, ma anche intensi e pieni di soddisfazioni.

Come azienda abbiamo sempre puntato sulla qualità e sull’innovazione, perché siamo convinti che solo attraverso il potenziamento delle proprie competenze e professionalità sia possibile affrontare e superare tutti gli ostacoli, compresi i momenti più critici.

 

 

Ecco perché anche quest’anno non ci siamo risparmiati sul fronte innovazione ed abbiamo lavorato sodo per innalzare gli standard qualitativi e le competenze professionali del nostro team; un modus operandi che del resto ci accompagna da molti anni e che nel 2016 – in particolare – ci ha valso il riconoscimento della Confartigianato di Vicenza, che in occasione della 54ª proclamazione dei Maestri Artigiani (MAB 2016), lo scorso 20 marzo, ha premiato il nostro titolare Mauro Ferrazza con il titolo “Imprenditore d’Eccellenza 2016”.

Un titolo importante, che ci ha regalato tanta soddisfazione e ci ha dato la carica per continuare con passione e creatività il nostro impegno professionale nel campo dell’automazione industriale.

Anche quest’anno, quindi, abbiamo scelto di continuare a puntare sull’innovazione e sulla qualità, investendo nelle risorse umane e potenziando la tecnologia in uso per arrivare all’integrazione con la nuova frontiera dell’INDUSTRY 4.0, che porterà alla produzione del tutto automatizzata e interconnessa.

Una scelta di stile, che ci ha dato ancora una volta il vantaggio competitivo di poter essere riconosciuti – in tutto il mercato mondiale – come leader nel settore dell’automazione industriale.

Qualità, innovazione, specializzazione: anche per il prossimo anno punteremo su questo, investendo, in particolare, nella formazione professionale dei nostri tecnici e nell’aggiornamento continuo delle nostre tecnologie.

In tutto questo, comunque, il nostro obbiettivo finale resta quello di offrire ai nostri clienti soluzioni tecnologiche per l’automazione industriale avanzate e di qualità, ma con un valore in più, rispetto all’anno precedente: l’aggiornamento e l’evoluzione in linea con le nuove esigenze di mercato.

Ecco le nostre sfide per il prossimo anno.

 

Buon Natale e Felice Anno Nuovo da tutto il team di Ferrazza.

 

Sei interessato ai nostri servizi?

 

Contattaci subito per un preventivo senza impegno o, semplicemente, per maggiori informazioni: clicca qui.

Confartigianato Vicenza

Mauro Ferrazza è “Imprenditore d’Eccellenza 2016” – Il riconoscimento di Confartigianato Vicenza

,

Confartigianato Vicenza premia il titolare di Ferrazza Srl in occasione della 54ª proclamazione dei Maestri Artigiani (MAB 2016)

 

 

 

 

Ferrazza Srl si riconferma ancora una volta un’azienda innovativa e dinamica e questa volta lo fa in un momento storico particolarmente difficoltoso per le realtà aziendali (e non solo): ed è proprio Mauro Ferrazza, titolare della Ferrazza Srl, a ricevere il riconoscimento di “Imprenditore d’Eccellenza 2016” in occasione della 54ª premiazione dei Maestri Artigiani (MAB 2016) svoltasi nella Sala Palladio della Fiera di Vicenza, il 20 marzo 2016.

Un evento importante che ogni anno premia le storie di quegli imprenditori vicentini che nel corso degli anni hanno dimostrato la capacità di “fare impresa” e di trasmettere saperi e know how alle nuove generazioni, contribuendo ad arricchire di nuove risorse il patrimonio storico e culturale del nostro territorio.

Ecco perché la cerimonia dei Maestri Artigiani Benemeriti (MAB) ha premiato con il titolo di “Imprenditore d’Eccellenza 2016” Mauro Ferrazza, titolare dell’azienda Ferrazza Srl, realtà vicentina attiva nel settore dell’automazione industriale fin dagli anni Ottanta, oggi presente in oltre quaranta nazioni in tutto il mondo.

Un titolo importante per l’azienda, che tra l’altro arriva in un momento storico particolarmente difficile per le piccole e medie imprese: come tutti gli anni, anche quest’anno il MAB ha puntato i riflettori sul mondo dell’artigianato, una risorsa immensa e preziosa per il nostro territorio, pur con le difficoltà e gli ostacoli burocratici che la accompagnano. Del resto, mai come in questi ultimi anni, si è imposta la necessità per artigiani e imprenditori di inventarsi nuovi modi e strategie non solo per restare al passo con i tempi, ma anche per lottare quotidianamente contro l’oppressione di una burocrazia che frena le piccole imprese, anziché facilitarle.

Ed è proprio in questa situazione che la figura del piccolo imprenditore si trova a destreggiarsi, bilanciando sapientemente l’esigenza di innovazione con la capacità di far necessariamente leva sulla propria ricchezza “artigianale” fatta di esperienze, tradizioni, attenzione alla qualità dei processi e dei prodotti.

La cerimonia del MAB è quindi la consegna di un pubblico riconoscimento ai vari imprenditori che hanno dimostrato tenacia, spirito d’iniziativa e capacità di adattamento anche in contesti non facili; tra i vari premi aggiudicati, anche il titolo di “Imprenditore d’Eccellenza”, un riconoscimento unico e singolare che ogni anno viene attribuito a quell’imprenditore che può rappresentare per i colleghi un modello da seguire, specie per creatività e spirito innovativo, e che quest’anno è toccato a Mauro Ferrazza, imprenditore distintosi per aver saputo instaurare con clienti, fornitori e collaboratori uno “spirito di squadra” a 360 gradi che ha sempre permesso all’azienda Ferrazza Srl di lavorare in maniera efficiente e concreta.

In un contesto tecnologico frenetico e continuamente nuovo, la capacità di Ferrazza Srl è stata proprio quella di non perdere mai il passo con la realtà circostante, investendo continuamente nell’esperienza e puntando su processi innovativi e professionalità sempre più qualificate e specializzate, come testimoniano i diversi ingegneri e sviluppatori dell’azienda impegnati nella ricerca di soluzioni tecnologiche sempre avanzate.

Con oltre 2000 macchine e impianti di automazione attualmente in funzione, Ferrazza Srl rappresenta oggi un modello di organizzazione e tecnologia di alto livello nel settore della progettazione e realizzazione di quadri elettrici e nello sviluppo di software per l’automazione industriale; inoltre, grazie alla lunga esperienza e alle competenze acquisite nel corso del tempo, l’azienda è in grado di fornire oggi un servizio completo, dall’analisi del progetto iniziale fino al servizio di assistenza post-vendita, garantendo la soluzione tecnologica migliore per le esigenze specifiche e particolari di ciascun cliente.

 

Contattaci subito per maggiori informazioni sui nostri prodotti e servizi: clicca qui